AGENZIA DELLE ENTRATE

PROVVEDIMENTO 26 giugno 2018.

(Agenzia delle Entrate)

 

Estensione delle modalità di versamento unitario, previste dall'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, alle somme dovute a seguito di notifica di avvisi di liquidazione, atti di contestazione e irrogazione di sanzioni per operazioni inerenti al servizio ipotecario.

IL DIRETTORE DELL'AGENZIA

in base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento,

Dispone:

1. Estensione dell'utilizzo del modello di versamento "F24"

1.1. A decorrere dall'1 luglio 2018 il modello "F24" è utilizzato, a seguito di notifica di avvisi di liquidazione, atti di contestazione e irrogazione di sanzioni, correlati all'esecuzione di operazioni inerenti al servizio ipotecario, prodotti successivamente alla predetta data, per il pagamento di:

- imposta ipotecaria;

- imposta di bollo;

- tasse ipotecarie;

- sanzioni amministrative tributarie;

- spese di notifica.

1.2. Resta esclusa la possibilità di utilizzare in compensazione eventuali crediti derivanti dai versamenti eccedenti in relazione alle predette somme.

1.3. Restano ferme le modalità di pagamento telematico dei tributi dovuti dai soggetti di cui all'articolo 10, lettera b), del Testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro approvato con decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, in relazione agli adempimenti effettuati tramite le procedure telematiche previste dall'articolo 3-ter del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 463.

1.4. Con successiva risoluzione, sono istituiti i codici tributo da utilizzare per i pagamenti di cui al punto 1.1. e sono impartite le istruzioni per la compilazione dei modelli di pagamento.

Motivazioni

L'articolo 17 del D.L.vo n. 241/1997 ha introdotto il sistema del versamento unificato delle imposte, dei contributi e delle altre somme dovute allo Stato, alle regioni ed agli Enti previdenziali (modello F24), indicati al comma 2 dello stesso articolo 17.

La lettera h-ter del medesimo comma 2 prevede, inoltre, che il sistema del versamento unificato possa essere esteso anche ad altre entrate individuate con apposito decreto ministeriale.

In applicazione della citata disposizione, il decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 8 novembre 2011 ha esteso il sistema del versamento unificato, tra l'altro, anche ai pagamenti dell'imposta ipotecaria, dell'imposta di bollo, delle tasse ipotecarie, nonché dei relativi accessori, interessi e sanzioni. Il medesimo decreto ha previsto, altresì, che le modalità e i termini per l'attuazione, anche progressiva, delle relative disposizioni sono definiti con provvedimento dell'Agenzia delle entrate.

In un'ottica di razionalizzazione dei sistemi di pagamento, considerato che il modello F24 garantisce una maggiore efficienza nella gestione dei tributi e rappresenta un ulteriore progresso verso la semplificazione degli adempimenti fiscali dei contribuenti, che già utilizzano il modello stesso per il pagamento di numerosi tributi, con il presente provvedimento l'utilizzo del modello F24 è attivato anche per il pagamento delle somme dovute a seguito della notifica ai contribuenti di avvisi di liquidazione, atti di contestazione e irrogazione sanzioni, emessi dagli Uffici dell'Agenzia delle entrate in relazione ad operazioni inerenti al servizio ipotecario, prodotti successivamente alla data dell'1 luglio 2018.

Le somme richieste ai Notai, agli Ufficiali giudiziari, ai Segretari o delegati della Pubblica amministrazione e agli altri Pubblici ufficiali, per gli atti da essi redatti, ricevuti o autenticati, con avvisi di liquidazione emessi ai sensi dell'articolo 3-ter del decreto legislativo n. 463 del 1997, continuano ad essere corrisposte con le modalità previste dal decreto interministeriale 13 dicembre 2000 e successive modificazioni ed integrazioni.

Riferimenti normativi

Attribuzioni del Direttore dell'Agenzia delle entrate

- Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante la riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 [art. 57; art. 62; art. 64; art. 66; art. 67, comma 1; art. 68, comma 1; art. 71, comma 3, lett. a)];

- Statuto dell'Agenzia delle entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6, comma 1);

- Regolamento di amministrazione dell'Agenzia delle entrate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art. 2, comma 1);

- decreto del Ministro delle Finanze 28 dicembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 gennaio 2001.

Disciplina normativa di riferimento

- Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, recante disciplina dell'imposta di bollo;

- decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, recante l'approvazione del Testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro;

- decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 347, recante l'approvazione del Testo unico delle disposizioni concernenti le imposte ipotecaria e catastale;

- decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 237, recante la modifica della disciplina in materia di servizi autonomi di cassa degli Uffici finanziari;

- decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, Capo III, Sezione I, recante disposizioni in materia di versamento unitario e compensazione;

- decreto legislativo 18 dicembre 1997 n. 463, recante semplificazione in materia di versamenti unitari per tributi determinati dagli enti impositori e di adempimenti connessi agli Uffici del registro, a norma dell'articolo 3, comma 134, lettere f) e g), della legge 23 dicembre 1996, n. 662;

- decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, recante disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie, a norma dell'art. 3, comma 133, della legge 23 dicembre 1996, n. 662;

- decreto interministeriale 13 dicembre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2000, concernente l'utilizzazione di procedure telematiche per gli adempimenti in materia di atti immobiliari;

- decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 8 novembre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 266 del 15 novembre 2011, recante disposizioni in materia di estensione ad altre entrate delle modalità di versamento tramite modello F24.

 

Stampa l'Articolo   Aggiungi l'Articolo all'elenco dei tuoi Preferiti   Aggiungi/Visualizza i commenti sull'Articolo   Chiudi Scheda